Matrioška a Rimini: un fulmine di creatività

Matrioška è un evento poliedrico dedicato alla creatività. Eccezionale, dinamico e travolgente al punto giusto…Ve lo raccontiamo qui

La perfezione di una serie di bambole che si incastrano una dentro l’altra tutte decorate finemente: la matrioška è uno dei manufatti più caratteristici della tradizione russa, scelta come metafora perfetta per l’evento Matrioška Labstore a Rimini

Chiamarla fiera è riduttivo, dietro c’è una fucina di pensiero, una riflessione profonda del rapporto tra spazio e creatività.

Già, perché se si apre la matrioska si trovano sono tantissimi giovani artigiani italiani che hanno sentito la necessità di mettersi insieme per far sentire la loro voce.



Matrioška: i contenuti

Dando un’occhiata al loro sito internet si comprende subito la direzione: la ricerca della manualità, una fucina di pensiero che affronta l’approccio al fatto a mano.

Matrioška è un contenitore d’arte e design in tutte le sue forme, gli artigiani espongono e realizzano al momento le loro creazioni, sullo sfondo teatro, arte, musica e cucina per potenziare l’energia e il confronto tra le arti.

Il doposcuola dedicato a chi vuole imparare a sporcarsi le mani, contribuisce ad enfatizzare l’importanza anche sociale dell’evento multidisciplinare, che ha come obiettivo la scoperta e la qualità anche in campo culinario.

Tante sono infatti le aziende che ruotano attorno al cibo e che hanno saputo reinventare la tradizione, una forma di artigianato essenziale per una prospettiva di futuro più green.

 

Matrioška: il luogo 

Uno degli aspetti che più colpisce di Matrioška è il contenitore. Lo scorso anno le creazioni contemporanee si sono misurate con l’edificio medievale del Castel Sismondo, maestosa fortezza nel cuore di Rimini con grosse torri quadrate e muraglie a scarpa.

 

Per la tredicesima edizione invece la location è più street, i vecchi magazzini dell’ENEL da tempo dismessi, riorganizzati con la fantasia, recuperati e adibiti a luogo di creatività, diventano uno spazio completamente nuovo e il tempio del “fatto a mano”.

Un altro esempio, come Hip Nic, di un luogo abbandonato che viene letteralmente riempito da colori, forme e idee!

Lascia un commento