5 libri da leggere in gravidanza

Si parla poco di gravidanza nel senso più ampio del termine che include lo stato psicologico, non solo quello biologico e strettamente fisico della futura mamma. Io ho partorito da circa tre mesi ed il percorso dal primo giorno in cui ho scoperto di essere incinta al giorno del parto è stato un vero e proprio cammino. Una strada a volte in salita, sicuramente non facile per gli stravolgimenti fisici e per gli ormoni ballerini: ogni donna vive la gravidanza a modo suo ma, grazie a dei consigli utili, la prospettiva può cambiare in un attimo!

Per quanto mi riguarda, ci sono stati due elementi che mi hanno permesso di vivere questo viaggio serenamente: la scelta del corso preparto e alcuni libri.

 

Ho seguito due corsi preparto, uno presso un’ostetrica privata nella sua bellissima casa di campagna e l’altro organizzato nell’ospedale della mia città. Due approcci differenti, il primo più incentrato sull’aspetto psicologico e l’altro più tecnico: sono stati utili entrambi e mi hanno permesso di avere due prospettive diverse.

Il secondo elemento che mi ha permesso di vivere la gravidanza serenamente, oltre alle tante ore di vasche in piscina, è più intellettuale e riguarda i libri letti. Avrei voluto leggere di più, ma lavorando fino all’inizio del nono mese, il tempo è stato veramente tiranno. Ho fatto una selezione del libri che ho letto per chi, come me, si trova ad affrontare una gravidanza senza avere uno spiccato senso materno e senza sapere niente di bambini…

Iniziamo da questi cinque libri che mi hanno dato lo sprint giusto per affrontare i grandi cambiamenti!

 

“Esercizi di meraviglia” di Valeria Barrufaldi 

Vittoria è una professoressa di filosofia e storia al liceo, ma è anche autrice del blog La filosofia secondo babyP . Questo libro parte dal concetto che un bambino si può trasformare in un piccolo filosofo e questo può farci diventare madri più attente. 130 pagine che volano via in un lampo e ti fanno riflettere. Mi sono rimaste in testa molte frasi come questa: “Il fatto di diventare madri rende molto dubbiose: si formulano teorie sulla vita, inutili come lo sterilizzatore del biberon, solo per poi smontarle e ricostruirle. A volte si dubita addirittura di essere buone madri, perché si pensa di sbagliare tutto. ma nel momento stesso in cui si formula questo pensiero, si può dire di esserlo davvero, ed è già qualcosa: una certezza da cui ripartire”. Così, mescolando con saggezza e leggerezza la filosofia, la maternità e i dubbi delle neomamme, l’autrice chiama in aiuto schiere di filosofi per indicarci la strada, tra questi Talete, Platone, Aristotele e persino Sartre con la sua nausea…

Consiglio a tutti di leggere questo libro per avere da subito un approccio non scontato con la propria pancia e il/la figlio/a che verrà.

 

Il bebè – Manuale d’istruzioni di Luis e Joe Borgenicht 

Più che un libro è un vero e proprio manuale di istruzioni, una guida pratica per l’utente che, come me, si approccia a questo mondo quasi per caso. La persona che mi ha allungato sotto banco questo manuale ha capito perfettamente di che cosa avevo bisogno: risposte pratiche ai miei tanti dubbi! Da come mettere il pannolino, ai vari tipi di pianto, all’organizzazione degli spazi: qui dentro c’è tutto, testi rapidi, illustrazioni simpatiche ed efficaci. Il bambino viene considerato scherzosamente come un computer, per questo servono consigli utili per la corretta installazione e manutenzione…Un’impostazione insolita e geniale!

 

“Il Piccolo principe” di Antoine De Saint-Exupéry

Qui entriamo in un mondo fantastico, questo libro è un classico della letteratura e va riletto periodicamente, soprattutto nei momenti di cambiamento come una gravidanza o l’arrivo di un bambino. Non c’è molto da aggiungere,  io considero queste pagine come una catapulta per il pensiero creativo, mi piace immaginare mio figlio mentre lo legge e mi chiede “disegnami una pecora!”.

Tra le frasi che amo di più c’è questa: “Tutti i grandi sono stati piccoli, ma pochi di essi se ne ricordano”, io e Matteo ci ridiamo sempre perché compriamo spesso giochi di tutti i tipi, la nostra infanzia è ancora qui e la vivremo di nuovo con il piccolo principe, Leone.

 

“Preparati!” di Gary Greenberg e Jeannie Hayden

Questo libro è stato acquistato da Matteo in preda ad una crisi di panico perché non sapeva nulla di bambini ed io avevo appena fatto il test di gravidanza. Anche questo testo è una guida pratica per i neopapà, ma è interessante anche per le mamme. È suddivisa in periodi e mesi di vita del bambino, dispensa consigli pratici con illustrazioni ben curate e semplici che fanno comprendere le tante sfaccettature dell’essere padre, inteso come prendersi cura dalla A alla Z dei propri figli. Consiglio questo libro anche alle mamme, essendo scritto da un punto di vista maschile fa comprendere meglio come si sentono i padri nei primi mesi di vita del neonato: un aspetto che non va mai sottovalutato se si vuole stare sereni in famiglia!

“Mamma no stress” di Asha Dornfest 

Questo libro contiene 134 idee per rendere più felici i primi anni con il bambino. Sono consigli pratici su come organizzare il tempo, i luoghi dove il bambino cresce e le attività da fare con lui. Dalla preparazione di un elenco di cose da fare quando il neonato dorme, al posizionamento di lenzuola, teli, pannolini e altro vicino al fasciatoio fino ad arrivare a come tagliare i capelli e vestire il bambino. Un bel manuale pratico per utilizzare le cose al meglio e risparmiare tempo!

 

Spero che questo breve post blog sia utile alle future mamme e ai futuri papà!  Per il momento ho recensito questi testi ma ce ne sarebbero tanti altri, come “La gioia del parto” e “Bebè a costo zero”. E voi neomamme e neopapà quali libri avete letto mentre il pancione cresceva?

 

 

 

 

Lascia un commento